Omicidio Lea Garofalo: Cassazione,4 argastoli e 25 anni agli assassini

6' di lettura 19/12/2014 - La Corte di Cassazione ha concluso il processo, iniziato ben 5 anni fa, con la condanna a quattro ergastoli e una pena a 25 anni per gli assassini di Lea Garofalo, la 35enne uccisa nel 2009 da una banda dell'andrangheta.

All'ergastolo sono stati condannati quattro dei cinque assassini: l'ex compagno della ragazze Carlo Cosco, Vito Cosco, Rosario Curcio e Massimo Sabatino mentre il quinto complice, Carmine Venturino, data la sua collaborazione con la polizia è stato condannato a 25 anni di prigione.

Lea aveva deciso di collaborare con la polizia e di testimoniare contro il suo compagno. Dopo la testimonianza fu inserita in un programma di protezione testimoni nel 2002.

Suo padre fu ucciso quando lei aveva solo nove mesi e suo fratello, Floriano Garofalo, era il boss di Petilla Policastro che estendeva il suo potere addiritura anche a Milano; Flroaino fu però ucciso in agguato nella Frazione Pagliarelle di Petilla Policastro l'otto giugno 2005.

Lea in particalare riferì al pm antimafia Sandro Dolce che i fratelli Cosco si occupavano dello spaccio di droga grazie all'attività del boss Tommaso Ceraudolo, intolre affermò anche: «L'ha ucciso Giuseppe Cosco, mio cognato, nel cortile nostro», attribuendo così la colpa dell'omicidio al cognato, Giuseppe e all'ex convivente, Carlo Cosco, fornendo anche il movente.

Nel 2006 fu eliminata dal programma di protezione testimoni ma, nel dicembre del 2007 riuscì a rientrarvi. Solo nel 2009 di sua spontanea volontà decise di rinuanciare a questa protezione e si trasferì a Campobasso.

Un giorno le si ruppe la lavatrice così contatto dall'ex compagno che le inviò a casa Massimo Sabatino, non si trattava però di un idaulico, ma bensì di killer da cui Lea riuscì a fuggire con l'aiuto di sua figlia Denise.

Nel novembre del 2009 Cosco attirò l'ex compagna in via Montello 6 con l'intento di parlare del futuro della loro figlia Denise. Sabatino e Venturino rapirono la donna e la consegnarono a Vito e Giuseppe Cosco, i quali la torturarono per ore per farla parlare e poi la uccisero il 24 novembre. Il corpo fu poi nascosto in campo di una frazione di Monza.

Tutto questo venne reso noto dalla testimonianza chiave della figlia Denise.

Nel novembre del 2009 Cosco attirò l'ex compagna in via Montello 6 con l'intento di parlare del futuro della loro figlia Denise. Sabatino e Venturino rapirono la donna e la consegnarono a Vito e Giuseppe Cosco, i quali la torturarono per ore per farla parlare e poi la uccisero il 24 novembre - See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Chi-era-Lea-Garofalo-testimone-di-giustizia-1332bf1f-efbf-46c3-a1e5-6950ac786792.html?refresh_ce#sthash.CoPuIjjC.dpuf
L'ha ucciso (Totonno U lupu ndr) Giuseppe Cosco, mio cognato, nel cortile nostro", attribuendo così la colpa dell'omicidio al cognato, Giuseppe, detto Smith (dal nome di una marca di pistole) e all'ex convivente, Carlo Cosco, e fornendo anche il movente.
- See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Chi-era-Lea-Garofalo-testimone-di-giustizia-1332bf1f-efbf-46c3-a1e5-6950ac786792.html?refresh_ce#sthash.yHABtzIY.dpuf
L'ha ucciso (Totonno U lupu ndr) Giuseppe Cosco, mio cognato, nel cortile nostro", attribuendo così la colpa dell'omicidio al cognato, Giuseppe, detto Smith (dal nome di una marca di pistole) e all'ex convivente, Carlo Cosco, e fornendo anche il movente.
- See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Chi-era-Lea-Garofalo-testimone-di-giustizia-1332bf1f-efbf-46c3-a1e5-6950ac786792.html?refresh_ce#sthash.yHABtzIY.dpuf
L'ha ucciso (Totonno U lupu ndr) Giuseppe Cosco, mio cognato, nel cortile nostro", attribuendo così la colpa dell'omicidio al cognato, Giuseppe, detto Smith (dal nome di una marca di pistole) e all'ex convivente, Carlo Cosco, e fornendo anche il movente.
- See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Chi-era-Lea-Garofalo-testimone-di-giustizia-1332bf1f-efbf-46c3-a1e5-6950ac786792.html?refresh_ce#sthash.yHABtzIY.dpuf
L'ha ucciso (Totonno U lupu ndr) Giuseppe Cosco, mio cognato, nel cortile nostro", attribuendo così la colpa dell'omicidio al cognato, Giuseppe, detto Smith (dal nome di una marca di pistole) e all'ex convivente, Carlo Cosco, e fornendo anche il movente.
- See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Chi-era-Lea-Garofalo-testimone-di-giustizia-1332bf1f-efbf-46c3-a1e5-6950ac786792.html?refresh_ce#sthash.yHABtzIY.dpuf
L'ha ucciso (Totonno U lupu ndr) Giuseppe Cosco, mio cognato, nel cortile nostro", attribuendo così la colpa dell'omicidio al cognato, Giuseppe, detto Smith (dal nome di una marca di pistole) e all'ex convivente, Carlo Cosco, e fornendo anche il movente.
- See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Chi-era-Lea-Garofalo-testimone-di-giustizia-1332bf1f-efbf-46c3-a1e5-6950ac786792.html?refresh_ce#sthash.yHABtzIY.dpuf
L'ha ucciso (Totonno U lupu ndr) Giuseppe Cosco, mio cognato, nel cortile nostro", attribuendo così la colpa dell'omicidio al cognato, Giuseppe, detto Smith (dal nome di una marca di pistole) e all'ex convivente, Carlo Cosco, e fornendo anche il movente.
- See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Chi-era-Lea-Garofalo-testimone-di-giustizia-1332bf1f-efbf-46c3-a1e5-6950ac786792.html?refresh_ce#sthash.yHABtzIY.dpuf
L'ha ucciso (Totonno U lupu ndr) Giuseppe Cosco, mio cognato, nel cortile nostro", attribuendo così la colpa dell'omicidio al cognato, Giuseppe, detto Smith (dal nome di una marca di pistole) e all'ex convivente, Carlo Cosco, e fornendo anche il movente.
- See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Chi-era-Lea-Garofalo-testimone-di-giustizia-1332bf1f-efbf-46c3-a1e5-6950ac786792.html?refresh_ce#sthash.yHABtzIY.dpuf
L'ha ucciso (Totonno U lupu ndr) Giuseppe Cosco, mio cognato, nel cortile nostro", attribuendo così la colpa dell'omicidio al cognato, Giuseppe, detto Smith (dal nome di una marca di pistole) e all'ex convivente, Carlo Cosco, e fornendo anche il movente.
- See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Chi-era-Lea-Garofalo-testimone-di-giustizia-1332bf1f-efbf-46c3-a1e5-6950ac786792.html?refresh_ce#sthash.yHABtzIY.dpuf
L'ha ucciso (Totonno U lupu ndr) Giuseppe Cosco, mio cognato, nel cortile nostro", attribuendo così la colpa dell'omicidio al cognato, Giuseppe, detto Smith (dal nome di una marca di pistole) e all'ex convivente, Carlo Cosco, e fornendo anche il movente.
- See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Chi-era-Lea-Garofalo-testimone-di-giustizia-1332bf1f-efbf-46c3-a1e5-6950ac786792.html?refresh_ce#sthash.yHABtzIY.dpuf
L'ha ucciso (Totonno U lupu ndr) Giuseppe Cosco, mio cognato, nel cortile nostro", attribuendo così la colpa dell'omicidio al cognato, Giuseppe, detto Smith (dal nome di una marca di pistole) e all'ex convivente, Carlo Cosco, e fornendo anche il movente.
- See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Chi-era-Lea-Garofalo-testimone-di-giustizia-1332bf1f-efbf-46c3-a1e5-6950ac786792.html?refresh_ce#sthash.yHABtzIY.dpuf
L'ha ucciso (Totonno U lupu ndr) Giuseppe Cosco, mio cognato, nel cortile nostro", attribuendo così la colpa dell'omicidio al cognato, Giuseppe, detto Smith (dal nome di una marca di pistole) e all'ex convivente, Carlo Cosco, e fornendo anche il movente.
- See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Chi-era-Lea-Garofalo-testimone-di-giustizia-1332bf1f-efbf-46c3-a1e5-6950ac786792.html?refresh_ce#sthash.yHABtzIY.dpuf
L'ha ucciso (Totonno U lupu ndr) Giuseppe Cosco, mio cognato, nel cortile nostro", attribuendo così la colpa dell'omicidio al cognato, Giuseppe, detto Smith (dal nome di una marca di pistole) e all'ex convivente, Carlo Cosco, e fornendo anche il movente.
- See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Chi-era-Lea-Garofalo-testimone-di-giustizia-1332bf1f-efbf-46c3-a1e5-6950ac786792.html?refresh_ce#sthash.yHABtzIY.dpuf
nella frazione Pagliarelle di Petilia Policastro l'8 giugno 2005 - See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Chi-era-Lea-Garofalo-testimone-di-giustizia-1332bf1f-efbf-46c3-a1e5-6950ac786792.html?refresh_ce#sthash.yHABtzIY.dpuf
nella frazione Pagliarelle di Petilia Policastro l'8 giugno 2005 - See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Chi-era-Lea-Garofalo-testimone-di-giustizia-1332bf1f-efbf-46c3-a1e5-6950ac786792.html?refresh_ce#sthash.yHABtzIY.dpuf
nella frazione Pagliarelle di Petilia Policastro l'8 giugno 2005 - See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Chi-era-Lea-Garofalo-testimone-di-giustizia-1332bf1f-efbf-46c3-a1e5-6950ac786792.html?refresh_ce#sthash.yHABtzIY.dpuf
nella frazione Pagliarelle di Petilia Policastro l'8 giugno 2005 - See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Chi-era-Lea-Garofalo-testimone-di-giustizia-1332bf1f-efbf-46c3-a1e5-6950ac786792.html?refresh_ce#sthash.yHABtzIY.dpuf
nella frazione Pagliarelle di Petilia Policastro l'8 giugno 2005 - See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Chi-era-Lea-Garofalo-testimone-di-giustizia-1332bf1f-efbf-46c3-a1e5-6950ac786792.html?refresh_ce#sthash.yHABtzIY.dpuf

di Andrea Discepoli
redazione@viveresenigallia.it





Questo è un articolo pubblicato il 19-12-2014 alle 09:20 sul giornale del 20 dicembre 2014 - 2111 letture

In questo articolo si parla di cronaca, articolo, Andrea Discepoli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/adao





logoEV