New York: bimbo nasce prematuro in ospedale i genitori devono pagare conto di 168 mila euro

1' di lettura 02/01/2015 - Ha partorito il proprio figlio, nato prematuro di undici settimane, mentre si trovava in vacanza negli Stati Uniti e ora si trova a dover pagare un conto salatissimo di 200 mila dollari (circa 168 mila euro) all’ospedale di New York dove il piccolo è nato.

È la disavventura capitata ad una coppia inglese del Lincolnshire: Katie Amos, di 30 anni, e Lee Johnston, di 29 anni, che hanno fatto un appello per raccogliere fondi e poter sostenere la spesa.

La mamma ed il suo bambino infatti dovranno rimanere nella struttura per ben tre mesi, fino a quando il piccolo sarà abbastanza forte da poter lasciare l’ospedale e poter affrontare il viaggio per tornare a casa. Non c’è infatti la certezza che l’assicurazione per il viaggio possa coprire la spesa dell’eccezionale evento.






Questo è un articolo pubblicato il 02-01-2015 alle 18:43 sul giornale del 03 gennaio 2015 - 4987 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, new york, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/adzO





logoEV