Ue: libera scelta degli Stati su coltivazioni Ogm

1' di lettura 13/01/2015 - Il parlamento europeo ha deciso che saranno gli stati membri a decidere sugli organismi geneticamente modificati

La direttiva, frutto dell'accordo raggiunto nelle scorse settimane tra Consiglio, Commissione e Parlamento europeo, entrerà in vigore intorno a marzo-aprile 2015. La decisione pone fine a profonde divisioni tra i Paesi. La precedente normativa prevedeva che un singolo stato membro non potesse rifiutarsi di coltivare Ogm che fossero stati autorizzati dall’Europa.

La decisione spetta ora al singolo paese che dovrà motivare la limitazione o lo stop per ragioni di politica agricola ed economica o di politica ambientale. La direttiva stabilisce anche l’impegno degli Stati membri a garantire che le colture Ogm non contaminino altri prodotti. Il Governo italiano ha accolto la decisione come un bel risultato frutto del semestre italiano. "Sì Europarlamento a direttiva per libertà Stati su coltivazione Ogm. Grande risultato Italia, risposta a chi parla di semestre improduttivo", ha scritto su Twitter il ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti.






Questo è un articolo pubblicato il 13-01-2015 alle 17:52 sul giornale del 14 gennaio 2015 - 2152 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, ogm, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/adWU





logoEV