Australia: leader laburista va a combattere contro l'Isis

Matthew Gardiner 1' di lettura 25/01/2015 - Il sindacalista e leader del Partito laburista del Northern Territory australiano, Matthew Gardiner, ha deciso di unirsi ai combattenti curdi contro l’Isis.

Il 43enne ha preso un permesso dal lavoro e ha lasciato il Paese. In seguito alla decisione è stato sospeso dal proprio partito ed ha perso la carica di presidente. Tra i rischi, al suo ritorno in Australia, quello di una condanna fino a 10 anni per essersi recato in zone ad alta presenza di terroristi senza autorizzazione o l’ergastolo perché combattere, anche se contro un nemico comune, è illegale.

La polizia federale non ha commentato la notizia, limitandosi a far sapere che è già stata avviata un’indagine. Sembra che l’uomo, che negli anni Novanta ha combattuto nell’esercito australiano in Somalia come ingegnere, sia riuscito a lasciare il Paese poiché non era segnalato in alcuna delle liste di persone da tenere sotto controllo.






Questo è un articolo pubblicato il 25-01-2015 alle 23:22 sul giornale del 26 gennaio 2015 - 2716 letture

In questo articolo si parla di redazione, australia, Sara Santini, Matthew Gardiner

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aet0





logoEV