SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
articolo

Isis: gli hacker di Anonymous spengono centinaia di siti di propaganda

1' di lettura
2549

L'organizzazione di hacker Anonymous ha comunicato di aver bloccato numerosi account facebook e twitter attraverso i quali gli esponenti dell'ISIS facevano proselitismo.

In risposta alla diffusione sul web di video di esecuzioni pubbliche e brutali Anonymous ha dichiarato guerra al fondamentalismo islamico, non solo chiudendo centinaia di siti dal quale veniva effettuato proselitismo ma anche rendendo pubbliche delle liste di siti ed indirizzi IP che permettono di localizzare da dove i video delle esecuzioni vengono caricati.

Anonymous ha mosso una vera e propria guerra informatica al fondamentalismo islamico e all'ISIS.

Di seguito il video diffuso da Anonymous.





Questo è un articolo pubblicato il 09-02-2015 alle 09:17 sul giornale del 10 febbraio 2015 - 2549 letture