SEI IN > VIVERE ITALIA > CRONACA
articolo

Palermo: estorsione e mafia, 27 arresti tra cui un consigliere comunale

1' di lettura
3647

A Palermo la squadra mobile e il Nucleo speciale di polizia valutaria hanno effettuato un'operazione antimafia denominata "Apocalisse 2" che ha portato all'arresto di 27 persone, ritenute responsabili di associazione mafiosa, estorsioni e rapine.

In carcere è finito anche il consigliere comunale Giuseppe Faraone accusato di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso. Coloro che hanno subito le varie ingiustizie hanno trovato il coraggio e hanno ammesso di essere state costrette a pagare il pizzo.

Gli estorsori hanno anche bersagliato l’impresa che lavorava per conto della Curia nella costruzione di un grande immobile tra via Maqueda e discesa dei Giovenchi, un grosso appalto che avrebbe fruttato alle casse dei boss 30mila euro: 15mila a Palermo e 15mila a Bagheria. Insieme ad altri due imprenditori della provincia sono state rese note altre 13 estorsioni ad altrettanti imprenditori.

L’indagine è il frutto di sviluppi investigativi del primo segmento dell’operazione “Apocalisse”, che il 23 giugno scorso aveva portato a 95 arresti, con la scoperta dei capi e degli affiliati dei mandamenti di Tommaso Natale e di San Lorenzo.



Questo è un articolo pubblicato il 09-02-2015 alle 10:13 sul giornale del 10 febbraio 2015 - 3647 letture