SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
articolo

Terrorismo: via libera degli Usa alla fornitura di droni armati agli alleati, Italia inclusa

1' di lettura
2751

drone

L'amministrazione Obama ha autorizzato per la prima volta l'esportazione di droni armati ai paesi alleati, Italia inclusa.

Il cambio di rotta nella politica americana riguardante questo tipo di armamento militare è stato annunciato martedì, al termine di un lungo periodo di analisi e confronto con i partner della Nato. A fine gennaio, infatti, Stati Uniti, Gran Bretagna, Francia e Italia si erano riuniti a Parigi per discutere la gestione e l'uso dei droni e il training dei piloti. Finora gli Stati Uniti hanno venduto i droni armati Predator solo all'Inghilterra, mentre gli altri paesi alleati potevano contare solo sui droni non armati da utilizzare per i servizi di intelligence. Secondo quanto riportato dal Washington Post, le richieste dei governi europei per ottenere i droni armati saranno esaminate caso per caso, e i paesi dovranno accettare precise "regole d'uso".

Oltre ad aumentare il potenziale militare dei paesi alleati nella lotta la terrorismo, il via libera alla vendita dei droni costituisce anche un valido aiuto all'industria militare Usa per fronteggiare la concorrenza nel mercato dei droni di Israele e Cina. Il predator è l'arma simbolo della guerra al terrorismo: negli ultimi anni sono stati utilizzati massicciamente da Pentagono e Cia per eliminare terroristi e miliziani, non senza causare anche vittime civili, in Afghanistan, Iraq, Pakistan, Yemen e Somalia.



drone

Questo è un articolo pubblicato il 18-02-2015 alle 19:27 sul giornale del 19 febbraio 2015 - 2751 letture