Slovenia: il parlamento approva i matrimoni gay

unioni civili 1' di lettura 04/03/2015 - Il Parlamento sloveno ha approvato una nuova legge che autorizza i matrimoni tra persone dello stesso sesso.

Il provvedimento è passato con 51 voti a favore e 28 contrari. L'emendamento era stato presentato dal partito di opposizione Sinistra Unita, ed ha ottenuto l'appoggio del partito centrista e di quello socialdemocratico che formano la coalizione di governo. La nuova norma definisce il matrimonio come "l’unione tra due persone, a prescindere dal loro sesso", eliminando tutte le discriminazioni.

La Slovenia, che aveva già dal 2006 una legge sulle unioni civili, diventa quindi l'undicesimo paese europeo (dopo Belgio, Spagna, Norvegia, Svezia, Portogallo, Islanda, Danimarca, Francia, Gran Bretagna e Lussemburgo) e il ventunesimo al mondo, ad aver approvato una legge che permette i matrimoni tra persone dello stesso sesso.






Questo è un articolo pubblicato il 04-03-2015 alle 20:07 sul giornale del 05 marzo 2015 - 1790 letture

In questo articolo si parla di politica, slovenia, matrimoni gay, marco vitaloni, unioni civili, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/agg6





logoEV