Ue: la Corte di giustizia boccia l'Iva agevolata sugli e-book

Ebook 1' di lettura 05/03/2015 - La Corte di giustizia dell'Unione Europea ha bocciato l'Iva agevolata per gli e-book introdotta da Francia (5,5%) e Lussemburgo (3%) nel 2012.

La Corte ha accolto il ricorso della Commissione europea, che aveva giudicato la tariffa agevolata non in linea con le regole Ue. Secondo i giudici europei il libro digitale non piò venire considerato un bene, ma un servizio, e come tale deve venire tassato. Le norme dell'Unione in materia di Iva vietano di applicare riduzioni a "qualunque servizio fornito per via elettronica".

Nella sentenza inoltre, la Corte ricorda che le aliquote ridotte possono essere applicate ai libri solo se hanno un supporto fisico, come la carta, considerata parte integrante del libro stesso. Il provvedimento potrebbe presto riguardare anche l'Italia, che ha recentemente introdotto, a partire dal 2015, un'aliquota agevolata del 4% sugli e-book.






Questo è un articolo pubblicato il 05-03-2015 alle 17:41 sul giornale del 06 marzo 2015 - 1792 letture

In questo articolo si parla di economia, iva, francia, ebook, lussemburgo, marco vitaloni, articolo, corte di giustizia dell'unione europea

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/agjv





logoEV