Messico: rapita e uccisa una candidato sindaco nello stato di Guerrero

polizia messicana 1' di lettura 12/03/2015 - Una politica messicana, Aidé Nava González, candidata sindaco nella città di Ahuacuotzingo, è stata rapita e uccisa nello stato di Guerrero.

Il corpo della donna, 42 anni, è stato trovato abbandonato martedì notte lungo una strada a Chilpancingo. Secondo i media locali la donna sarebbe stata decapitata, ma la notizia non è stata confermata dal procuratore Miguel Angel Godinez. L’omicidio è stato rivendicato dal gruppo criminale Los Rojos. Sempre secondo i media locali, accanto al corpo della donna sarebbe stato ritrovato un biglietto firmato dalla gang di narcotrafficanti, in cui c’era scritto: "Questo è quello che succederà a tutti i politici del cazzo che non vogliono allinearsi".

L'omicidio è avvvenuto nello Stato di Guerrero, il più violento del Paese, dove lo scorso settembre erano scomparsi 43 studenti. Nava, candidata sindaco per il Partito della Rivoluzione Democratica nella città di Ahuacuotzingo, era stata rapita da alcuni uomini armati nella serata di lunedì, mentre stava tenendo un incontro con i suoi sostenitori. Il marito della donna, Francisco Quinones, era stato sindaco della stessa città e per lo stesso partito tra il 2009 e il 2012, ed è stato assassinato nel giugno 2014. Il figlio della coppia è scomparso dopo essere stato rapito nell'ottobre del 2012.






Questo è un articolo pubblicato il 12-03-2015 alle 20:02 sul giornale del 13 marzo 2015 - 1585 letture

In questo articolo si parla di cronaca, omicidio, messico, criminalità organizzata, marco vitaloni, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/agFM





logoEV