Israele al voto: Netanyahu, 'Se vinco niente Stato Palestinese'

Benyamin Netanyahu 1' di lettura 16/03/2015 - È una giornata di elezioni, martedì, per Israele. Sono 6 milioni le persone chiamate al voto.

Contro il partito del premier uscente Benjamin Netanyahu, il Likud, si schiera l’opposizione di centro-sinistra Unione Sionista di Isaac Herzog e Tzipi Livni che nei sondaggi viene dato in vantaggio. La campagna elettorale dell’opposizione si è focalizzata sui temi economici del costo della vita e dei prezzi degli alloggi, ottenendo anche l'appoggio dell'ex primo ministro Ehud Barak.

Al contrario Benjamin Netanyahu ha lanciato appelli all’unità della destra fino al comizio finale in cui ha affermato: “Se sarò eletto, non esisterà uno Stato di Palestina”. Gli ultimi sondaggi assegnano all’Unione Sionista 24-26 dei 120 seggi della Knesset, mentre il Likud si ferma a 20-22.






Questo è un articolo pubblicato il 16-03-2015 alle 23:39 sul giornale del 17 marzo 2015 - 1363 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, Elezioni politiche, israele, Sara Santini, articolo, benyamin netanyahu

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/agP0





logoEV