SEI IN > VIVERE ITALIA > CRONACA
articolo

Strage del Rapido 904, assolto Totò Riina

1' di lettura
1405

Totò Riina
Il boss mafioso Totò Riina è stato assolto dall'accusa di essere il mandante della strage del Rapido 904.

Riina, unico imputato al processo, è stato assolto dalla Corte di assise di Firenze per non aver commesso il fatto. Secondo il pubblico ministero, che aveva chiesto l'ergastolo, è stato il boss di Corleone a decidere e autorizzare la strage, il primo attentato terroristico mafioso non rivolto contro obiettivi precisi.

Era il 23 dicembre 1984 quando esplose una bomba a bordo del Rapido 904, all'interno di una galleria nei pressi della stazione di Vernio, tra Firenze e Bologna, uccidendo 16 persone e ferendone 267. Il primo processo per l'attentato si era concluso nel 1992 con le condanne dei tre mafosi Pippo Calò, Guido Cercola e Franco Di Agostino, e dell'artificiere tedesco Friedrich Schaudinn.



Totò Riina

Questo è un articolo pubblicato il 14-04-2015 alle 18:37 sul giornale del 15 aprile 2015 - 1405 letture