SEI IN > VIVERE ITALIA > CRONACA
articolo

Canarie: peschereccio russo affonda, rischio catastrofe ambientale

1' di lettura
2029

peschereccio russo, Olev Nayvdo

Un peschereccio russo, Olev Nayvdo, è affondato mercoledì dopo un incendio, con un carico di 1.400 tonnellate di combustibile e sta provocando un disastro ambientale a largo delle coste delle Canarie.

Il mezzo navale, che si trova a 2.400 chilometri di profondità e ad una distanza di appena 15 miglia dalle coste delle isole Canarie, sta provocando una scia nera di circa 12 chilometri. La zona ha un delicato ecosistema, tanto da essere considerata "paradiso dei cetacei" per le numerose specie che vi abitano tra tartarughe marine, delfini, balene e altre specie protette.

Le correnti stanno al momento spingendo il carburante verso sud, ma secondo le previsioni dovrebbero cambiare già venerdì e spingere la marea verso Tenerife una delle sette principali isole delle Canarie, che vive soprattutto di turismo grazie allo splendido mare. La Procura Ambiente e Pianificazione di Las Palmas ha aperto un'inchiesta. Il pescherecchio era già stato denunciato da Greenpeace alla Commissione Europea perché impegnato in attività di pesca illegale in Senegal.



peschereccio russo, Olev Nayvdo

Questo è un articolo pubblicato il 16-04-2015 alle 20:10 sul giornale del 17 aprile 2015 - 2029 letture