SEI IN > VIVERE ITALIA > CRONACA
articolo

Palermo: migranti musulmani buttano in mare cristiani, arrestati

1' di lettura
1730

Immigrazione Lampedusa

Quindici migranti di origine africana, appena sbarcati a Palermo, sono stati arrestati dalla squadra mobile con l'accusa di omicidio plurimo aggravato dall'odio religioso.

Gli uomini, tutti musulmani, avrebbero buttato in mare durante l'ennesimo viaggio della speranza dalla Libia altri dodici migranti di religione cristiana. Il fatto sarebbe avvenuto nella notte del 14 aprile. Sono stati alcuni superstiti a denunciare tutto, dopo essere stati soccorsi e trasportati al porto di Palermo.

I migranti hanno raccontato di essere partiti dalle coste libiche a bordo di un gommone, 105 persone in tutto. Durante la traversata, sarebbe scoppiata una lite tra un gruppo di ivoriani, senegalesi e maliani, musulmani, e alcuni nigeriani e ghanesi, cristiani. Il diverbio sarebbe rapidamente degenerato in rissa, culminata con i nove migranti finiti in mare. Secondo quanto raccontato, i cristiani superstiti si sarebbero salvati solo dopo aver formato una vera e propria catena umana.



Immigrazione Lampedusa

Questo è un articolo pubblicato il 16-04-2015 alle 20:05 sul giornale del 17 aprile 2015 - 1730 letture