SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
articolo

Charlie Hebdo: sei scrittori americani protestano contro l'assegnazione del premio Pen

1' di lettura
1354

Charlie Hebdo
Proteste contro la decisione del Pen American Center, società letteraria statunitense, di assegnare un premio per la libertà di espressione al settimanale satirico francese Charlie Hebdo, colpito da un attacco terroristico che ha provocato la morte di 12 persone. 

Sei scrittori hanno deciso di ritirarsi dal gala letterario previsto per il 5 maggio. Non ci saranno quindi Peter Carey, Michael Ondaatje, Francine Prose, Teju Cole, Rachel Kushner e Taiye Selasi. Kushner ha spiegato che il gesto ha lo scopo di opporsi all’"l'intolleranza culturale" del magazine e alla sua promozione di una "forma di visione secolare forzata".

Da parte sua Carey, che ha vinto due volte il Booker Prize, in un'intervista ha criticato "l'arroganza culturale della Francia, che non riconosce il suo obbligo morale verso una parte ampia e senza potere della sua popolazione". L’associazione ha invece spiegato che l'intento di Charlie Hebdo non è quello di "ostracizzare o insultare i musulmani, ma piuttosto di respingere energicamente gli sforzi di una piccola minoranza di estremisti radicali di mettere off limit un ampio numero di discorsi", aggiungendo "Ci dispiace di non vederli al gala ma li rispettiamo per le loro convinzioni".



Charlie Hebdo

Questo è un articolo pubblicato il 27-04-2015 alle 20:18 sul giornale del 28 aprile 2015 - 1354 letture