SEI IN > VIVERE ITALIA > CRONACA
articolo

Favori e beni in carcere, nuovo arresto per Cosentino

1' di lettura
1852

nicola cosentino
Nuovo arresto per l’ex sottosegretario all’economia Nicola Cosentino, già in carcere da un anno per i suoi rapporti con il clan dei Casalesi.

In manette anche il cognato Giuseppe Esposito e un agente della polizia penitenziaria. Obbligo di dimora invece per la moglie Marisa Esposito. I quattro sono accusati di concorso in corruzione per atti contrari ai doveri d’ufficio. Secondo gli investigatori Cosentino, con la complicità di alcuni agenti della polizia penitenziaria, si faceva consegnare all'interno del carcere di Secondigliano (Napoli) cibo (anche pesce fresco e dolciumi), abiti e materiale vario. E pizzini: attraverso lo stesso canale Cosentino era inoltre in grado di comunicare con l'esterno.

Tutto grazie al cognato, che si incontrava regolarmente con l'agente arrestato presso un distributore di benzina di Succivo. Durante una perquisizione nella cella di Cosentino avvenuta il mese scorso, sono state trovate 30 categorie di oggetti non consentiti dal regolamento carcerario, compreso un iPod. Per questo l'ex esponente di Forza Italia è stato trasferito nel carcere di Terni.



nicola cosentino

Questo è un articolo pubblicato il 29-04-2015 alle 18:29 sul giornale del 30 aprile 2015 - 1852 letture