Macedonia: weekend di scontri tra polizia e gruppi armati, 22 morti

Macedonia 1' di lettura 11/05/2015 - Ventidue persone sono rimaste uccise negli scontri scoppiati nel fine settimane tra le forze di sicurezza e un gruppo di uomini armati a Kumanovo, in Macedonia.

Secondo il governo macedone si è trattato di un attacco terroristico condotto da una quarantina di albanesi, di nazionalità kosovara e macedone. Gli scontri a fuoco, scoppiati sabato a Divo Naselje, un quartiere della periferia di Kumanovo a maggioranza albanese, sono proseguiti anche nella giornata di domenica. Il bilancio finale parla di 8 poliziotti e 14 membri del commando terroristico morti, 37 feriti. Una trentina gli arrestati.

Kumanovo è la seconda città più grande del paese e si trova al confine con Serbia e Kosovo. Secondo il ministro degli interni macedone, Ivo Kotevski, l'attacco è stato organizzato dagli indipendentisti albanesi, gruppo estremista formato dagli ex combattenti dell’Esercito di liberazione del Kosovo (Uck).






Questo è un articolo pubblicato il 11-05-2015 alle 20:39 sul giornale del 12 maggio 2015 - 1625 letture

In questo articolo si parla di cronaca, kosovo, terrorismo, scontri, Macedonia, marco vitaloni, articolo, Kumanovo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ajgD





logoEV