Pakistan: terroristi attaccano bus di sciiti, più di 40 morti

1' di lettura 13/05/2015 - Un gruppo di uomini armati ha aperto il fuoco contro un autobus che trasportava fedeli della minoranza sciita a Karachi, nel sud del Pakistan.

Sono state uccise almeno 43 persone, 24 i feriti, alcuni in modo grave. Secondo quanto ricostruito dalla polizia, gli assalitori, sei o otto, sarebbero arrivati a bordo di motociclette ed avrebbero aperto il fuoco con pistole e kalashnikov contro l'autista. Quando il veicolo si è fermato, i killer sarebbero saliti sul bus e avrebbero sparato ai passeggeri. Poi la fuga.

L'autobus appartiene agli ismailiti, una piccola comunità musulmana sciita che ha come leader spirituale il principe Karim Aga Khan. Il bus trasportava al lavoro ogni giorno più di sessanta fedeli. L’attacco è stato rivendicato dal gruppo islamista sunnita Jundallah, affiliato ai talebani pakistani e fedele allo Stato Islamico. Lo scorso gennaio Jundallah aveva rivendicato l'attentato alla moschea sciita di Shikarpur, in cui erano morti decine di persone.






Questo è un articolo pubblicato il 13-05-2015 alle 17:11 sul giornale del 14 maggio 2015 - 1669 letture

In questo articolo si parla di cronaca, pakistan, talebani, marco vitaloni, attentato terroristico, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ajmS





logoEV