Tennis: Sharapova e Djokovic trionfano agli Internazionali BNL d'Italia

bnl italia 2015 3' di lettura 19/05/2015 - ROMA - Dopo 10 giorni di incontri, il Foro Italico incorona i suoi due sovrani: Maria Sharapova strappa si impone su Suarez Navarro per 4-6, 7-5, 6-1 e mette a segno uno storico triplete. Djokovic invece ha nuovamente la meglio su Federer con il punteggio di 6-4, 6-3 e continua il suo dominio.

Per la terza volta - dopo il 2011 e nel 2012 - Maria Sharapova è la regina del Foro Italico. Nella finale degli Internazionali BNL d’Italia femminili la 28enne siberiana, numero tre del ranking mondiale, ha battuto in rimonta per 4-6 7-5 6-1, e dopo due ore e 35 minuti di battaglia, la spagnola Carla Suarez Navarro, numero 10 del seeding. Grazie a questo successo, Masha lunedì si riprenderà la seconda poltrona mondiale strappandola alla Halep.

Un successo che è arrivato dopo un vero e proprio scontro di tecnica, testa e cuore. Cuore soprattutto, visto che la russa si è trovata a rincorrere dopo che nel primo set, al quinto gioco, la spagnola le aveva strappato la battuta per poi salire 4-2. Nel secondo set è però la Sharapova ad ottenere il break nel quarto gioco volando 3-1. Immediata la reazione della spagnola, propiziata da un doppio fallo proprio sulla palla-break commesso dalla Sharapova. Nell’ottavo gioco, dopo che la Navarro ha rimesso tutte le cose in pari, Masha fallisce una prima palla-break e poi una seconda ma sulla terza Carla sbagalia il diritto decisivo e permette a Sharapova di salire sul 5-3. La russa però si perde e regala tre palle-break di fila alla Suarez Navarro che breakka alla quarta occasione. (5-4). Nel decimo gioco, dopo una palla per il cinque pari, arriva il set-point per la Sharapova che però spedisce fuori il rovescio. Carla Suarez cerca di rimanere in scia, ma mentre il gioco di Masha sale ad ogni colpo, quello di Carla si appanna: la russa infila un parziale di sei giochi di fila senza incontrare più alcuna resistenza, incassando la quarta vittoria in cinque sfide con la 26enne di las Palmas de Gran Canaria. Per la terza volta è lei la regina di Roma. Quello di Roma è il titolo Wta numero 35 in carriera per la Sharapova su 58 finali disputate, il secondo in questa stagione dopo Brisbane. Per Carla, invece, arriverà il best ranking.

In campo maschile, il Foro ospita la sfida che tutti attendevano: quella tra Djokovic e Federer; quella tra il numero uno al mondo e l'uomo che soli due mesi fa, a Dubai, era riuscito a fermalo. C’è stato così un momento in cui Federer ha davvero sperato di imporsi anche al Foro Italico. Dopo otto game di studio, dominati dal giocatore al servizio, lo svizzero si è infatti trovato 0-30 sul servizio del serbo. Con due ace di fila, Nole ha rimesso in piedi il game. Un set di grande intensità, tanto che il punto più importante della partita ha visto una serie interminabile di 20 colpi, condotto e poi chiuso da una progressione del serbo. Sotto di 4-5, Federer è stato poi travolto dall’onda d’urto serba. Nel secondo game del secondo set è poi arrivato il break decisivo che ha dato a Nole il titolo numero 53 in carriera, il 24esimo in un Masters 1000, che lo colloca al secondo posto in una speciale classifica guidata da Nadal a quota 27. Grazie al successo di Roma, il serbo si presenterà a Parigi con una striscia vincente di 22 partite, la terza migliore della sua carriera.






Questo è un articolo pubblicato il 19-05-2015 alle 20:55 sul giornale del 20 maggio 2015 - 1780 letture

In questo articolo si parla di sport, isabella agostinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ajEl





logoEV