Manipolavano mercato dei cambi, maxi multa per 6 grandi banche

somma di denaro 1' di lettura 20/05/2015 - Sei tra le più grandi banche al mondo dovranno pagare una maxi multa da 5,8 miliardi di dollari al governo degli Stati Uniti per aver manipolato il mercato dei cambi delle valute.

Quattro di queste, Citigroup, JPMorgan, Barclays e Royal Bank of Scotland, si sono dichiarate colpevoli ed hanno raggiunto un accordo con il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti, evitando quindi ulteriori indagini e sanzioni. La quinta banca, l'Ubs, ha ottenuto l'immunità per aver collaborato all'indagine, ma è stata comunque multata per 203 milioni di dollari per una vicenda diversa, la manipolazione del tasso interbancario Libor.

Secondo gli inquirenti gli operatori degli istituti coinvolti si mettevano d’accordo per tenere sotto controllo domanda e offerta di una data valuta nel Foreign exchange market (Forex) di Londra. L'attività sarebbe andata avanti per cinque anni a partire dal 2007. Citigroup dovrà versare 925 milioni di dollari, Barclays 650 milioni, JPMorgan 550 milioni e Royal Bank of Scotland 395 milioni. Multata per 205 milioni di dollari anche Bank of America. Multe salate, ma secondo numerosi analisti nettamente inferiori ai guadagni realizzati dalle banche nel periodo in cui manipolavano i tassi di cambio.






Questo è un articolo pubblicato il 20-05-2015 alle 18:49 sul giornale del 21 maggio 2015 - 2619 letture

In questo articolo si parla di economia, banche, somma di denaro, multa, Stati Uniti, marco vitaloni, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ajHn





logoEV