Roma: giro di prostituzione minorile, sette arresti

prostituzione minorile 1' di lettura 21/05/2015 - E' stato scoperto e smantellato dalla polizia ferroviaria un giro di prostituzione minorile nella zona della stazione Termini di Roma.

Lo scalo ferroviario della capitale veniva utilizzato come luogo dove adescare e consumare rapporti sessuali con ragazzini rom, sia maschi che femmine, di età compresa tra i 13 e i 17 anni. I minori si prostituivano per pochi euro: i compensi variavano dai 10 ai 50 euro a prestazione. In totale sono sette, tutti uomini tra i 35 e gli 80 anni, le persone arrestate nell'ambito dell'operazione Meeting Point, mentre sono 17 gli indagati.

Tra gli arrestati anche un parroco 68enne di una chiesa del Viterbese. Nella sua abitazione gli investigatori hanno ritrovato una notevole quantità di materiale pedopornografico. Secondo gli inquirenti, dietro il giro di baby squillo c'era una vera e propria organizzazione, gestita da alcuni dei clienti "regolari" dei minori, che si occupavano di organizzare gli incontri. I rapporti venivano consumati in hotel e appartamenti dell'area di Termini, ma anche nei bagni della stazione e nei vagoni fermi sui binari in sosta lunga.






Questo è un articolo pubblicato il 21-05-2015 alle 20:55 sul giornale del 22 maggio 2015 - 2710 letture

In questo articolo si parla di cronaca, roma, stazione ferroviaria, prostituzione minorile, marco vitaloni, roma termini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ajLv





logoEV