SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
articolo

Sudafrica: fermato il presidente sudanese al-Bashir

1' di lettura
1631

Omar al-Bashir

Un tribunale sudafricano ha vietato al presidente del Sudan, Omar al-Bashir, accusato di crimini di guerra e genocidio, di lasciare il Paese.

Nei confronti di Bashir, a Johannesburg per partecipare ad un summit dell'Unione africana (Ua), pendono due mandati di cattura internazionale, spiccati nel 2009 e nel 2010 dalla Corte penale internazionale (Cpi), per crimini di guerra e contro l'umanità e genocidio, per il conflitto nella regione del Darfur.

Il tribunale internazionale ha esortato le autorità sudafricane ad arrestare Bashir, dato che in passato l'Unione Africana si era rifiutata di collaborare con la Cpi. La Corte Suprema del Sudafrica esaminerà lunedì la richiesta di arresto.

Omar al Bashir, 71 anni, è al potere in Sudan dal 1989. Alle ultime elezioni in aprile, boicottate dai partiti di opposizione, Bashir aveva ottenuto il 94% dei voti.



Omar al-Bashir

Questo è un articolo pubblicato il 14-06-2015 alle 17:43 sul giornale del 15 giugno 2015 - 1631 letture