Egitto: offensiva jihadista nel Sinai, decine di morti

1' di lettura 01/07/2015 - Miliziani islamisti hanno attaccato diverse postazioni dell'esercito e della polizia egiziana nel nord della penisola del Sinai, provocando decine di morti.

Almeno 70 le vittime, in gran parte soldati egiziani. L'ondata di attacchi è stata compiuta e rivendicata dall’organizzazione jihadista Ansar Beit al Maqdis, affiliata al gruppo dello stato islamico. Gli attacchi, uno dei quali messo in atto da un attentatore suicida, sono stati portati contro cinque check-point dell'esercito, ma il più grande ha riguardato una stazione di polizia nella città di Sheikh Zuweid, assaltata da decine di miliziani. L'esercito ha risposto, usando anche elicotteri e caccia F-16, e i combattimenti sono andati avanti per ore.

Si tratta dell'attacco più grave subito finora dai militari nel Sinai, penisola teatro da due anni di una campagna di terrore portata avanti dai gruppi di estremisti islamici.






Questo è un articolo pubblicato il 01-07-2015 alle 20:58 sul giornale del 02 luglio 2015 - 1568 letture

In questo articolo si parla di cronaca, egitto, marco vitaloni, articolo, miliziani jihadisti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aln1





logoEV