Nigeria: due nuovi attacchi a Jos, colpiti una moschea e un ristorante

Nigeria 1' di lettura 06/07/2015 - Sono 44 le persone rimaste uccise e 67 ferite in due esplosioni che hanno colpito un ristorante e una moschea a Jos, nella Nigeria centrale.

Domenica sera un attentatore suicida si è fatto saltare in aria all'interno della moschea sunnita di Sani Yahya Jingir, imam che si era espresso pubblicamente contro Boko Haram e la jihad islamica. L’attacco al ristorante è stato invece compiuto con un ordigno esplosivo. I due attentati non sono stati rivendicati, ma sono stati attribuiti a Boko Haram.

La città di Jos era già stata teatro lo scorso maggio di un altro duplice attentato, in un mercato e in una stazione dell'autobus, in cui erano morte 118 persone. Sempre domenica, poche ore prima dei due attacchi a Jos, un altro attentatore suicida aveva colpito una chiesa evangelica a Potiskum, nel nord del paese, uccidendo 5 persone.

La scorsa settimana, tra mercoledì e giovedì, i terroristi islamici di Boko Haram avevano ucciso circa 150 persone in due attacchi compiuti nella città di Kukawa e nei villaggi vicini, nello stato nordorientale del Borno.






Questo è un articolo pubblicato il 06-07-2015 alle 18:25 sul giornale del 07 luglio 2015 - 1357 letture

In questo articolo si parla di cronaca, nigeria, marco vitaloni, boko haram, articolo, attentati terroristici

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/alAl