Calcioscommesse: chiesto il rinvio a giudizio per Conte e altri 103 indagati

1' di lettura 07/07/2015 - La Procura di Cremona ha chiesto il rinvio a giudizio per 104 indagati, a conclusione dell'inchiesta sul calcioscommesse.

Tra loro anche il ct della nazionale Antonio Conte: è accusato di frode sportiva in relazione alla partita di serie B AlbinoLeffe-Siena del 29 maggio 2011. Archiviata invece l’accusa relativa a Novara-Siena del 30 aprile 2011, così come l’accusa di associazione a delinquere.

Per la gara Albinoleffe-Siena, l'allora allenatore della squadra toscana era già stato ritenuto dalla giustizia sportiva colpevole di omessa denuncia, e punito con una squalifica di 10 mesi, poi ridotti a 4 dal Tnas.

Tra gli indagati figurano anche gli ex calciatori Cristiano Doni e Beppe Signori, per i quali rimane l'accusa di associazione a delinquere. Chiesto il rinvio a giudizio anche per il giocatore della Lazio Stefano Mauri, che fu anche arrestato, e l'attuale allenatore dell'Udinese Stefano Colantuono.






Questo è un articolo pubblicato il 07-07-2015 alle 21:02 sul giornale del 08 luglio 2015 - 1467 letture

In questo articolo si parla di cronaca, beppe signori, stefano mauri, cristiano doni, marco vitaloni, calcioscommesse, antonio conte, stefano colantuono, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/alEu