Roma: bambino di 4 anni muore cadendo nel vano dell'ascensore della metro

Ambulanza generico 1' di lettura 09/07/2015 - Un bambino di 4 anni è morto cadendo nella tromba dell'ascensore della stazione Furio Camillo della metro A di Roma.

Il bimbo è precipitato per circa 15 metri. Sul posto sono intervenuti vigili del fuoco, carabinieri e 118. Per il piccolo non c'era più niente da fare: quando i vigili del fuoco lo hanno estratto dalla tromba del'ascensore, era già deceduto. La Procura ha aperto un'inchiesta contro ignoti per omicidio colposo.

La dinamica dell'incidente non è chiara. Il bambino era rimasto bloccato nell'ascensore assieme alla madre 43enne e ad altre persone. Sembra che un addetto alla sicurezza Atac abbia fatto affiancare un secondo ascensore a quello bloccato, in modo da far trasbordare i passeggeri rimasti intrappolati. Ma qualcosa è andato storto e il bambino è caduto nello spazio tra i due ascensori.

"Sicuramente c'e' stato un errore dell'agente della stazione che ha posto in essere una procedura che non doveva, forse perchè c'erano condizioni di difficoltà e alla fine c'è stata la tragedia", ha detto l’assessore alla Mobilità del Comune di Roma, Guido Improta.






Questo è un articolo pubblicato il 09-07-2015 alle 20:25 sul giornale del 10 luglio 2015 - 1755 letture

In questo articolo si parla di cronaca, roma, metropolitana, ascensore, marco vitaloni, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/alKU





logoEV