Scuola: la riforma è legge, proteste da Sel, Lega Nord e M5S

1' di lettura 09/07/2015 - Il ddl sulla riforma della scuola è legge. La Camera ha approvato con 227 sì, 173 no e 4 astenuti.

Hanno votato a favore Pd, Ap, Sc. Contrari Lega, Fi, M5s e Fdi. Vivaci le proteste di Sel, Lega Nord e Movimento 5 Stelle. I deputati della Lega hanno esposto cartelli con la scritta “giù le mani dai bambini”. Sel, ha invece esposto in Aula cartelli con la scritta: “Oxi (No)”.

La riforma prevede oltre 100mila assunzioni, lo stanziamento di 200 milioni da utilizzare dal 2016 per premiare i professori nell'ambito della valutazione introdotta dal Ddl. I presidi potranno nominare gli insegnanti ricorrendo alla chiamata diretta. Viene inoltre potenziato il meccanismo dell'alternanza scuola-lavoro.

"Centomila assunzioni, più merito, più autonomia #labuonascuola è legge": queste su Twitter le parole del premier Matteo Renzi sull'approvazione della riforma della scuola.






Questo è un articolo pubblicato il 09-07-2015 alle 18:49 sul giornale del 10 luglio 2015 - 1781 letture

In questo articolo si parla di politica, redazione, camera dei deputati, riforma della scuola, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/alKH