Turchia: attentato al confine con la Siria, 28 morti

turchia 1' di lettura 20/07/2015 - Almeno 28 persone sono morte in un'esplosione che ha colpito un gruppo di giovani volontari a Suruc, città curda nel sud-est della Turchia, al confine con la Siria.

Oltre cento le persone rimaste ferite. L'esplosione è avvenuta lunedì mattina davanti ad un circolo culturale, durante una riunione di un'associazione di volontari che aveva l'intenzione di recarsi a Kobane per contribuire a ricostruire la città. Le modalità dell'attacco non sono ancora chiare, ma sembra si sia trattato di un attentato suicida. Secondo il quotidiano turco Hurriyet a farsi esplodere potrebbe essere stata una ragazza di 18 anni.

L'attentato non è stato rivendicato, ma esponenti del governo di Ankara hanno riferito alla Reuters che molto probabilmente l'attacco è stato compiuto dai terroristi dello Stato Islamico. Al momento dell’esplosione nel giardino del centro culturale erano presenti circa trecento persone, in gran parte giovani e studenti appartenenti alla Federazione delle associazioni giovanili socialiste.

Suruc è una città a maggioranza curda vicino al confine siriano, ad appena dieci chilometri da Kobane, città teatro di una delle più grandi battaglie tra i miliziani dell'Isis e le forze curde, assistite dalla coalizione occidentale. Attorno alla città ci sono diversi campi profughi, che ospitano oltre 20mila persone fuggite dalla guerra in Siria.






Questo è un articolo pubblicato il 20-07-2015 alle 20:35 sul giornale del 21 luglio 2015 - 1813 letture

In questo articolo si parla di cronaca, turchia, siria, marco vitaloni, attentato terroristico, articolo, stato islamico, kobane, suruc

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/amc9