Terrorismo: progettavano attentati in Italia, due arresti a Brescia

1' di lettura 22/07/2015 - Sono stati arrestati a Brescia due giovani, un tunisino, Lassaad Briki, nato a Kairouan, in Tunisia, il 12 febbraio del 1980, e un pakistano Muhammad Waqas nato a Gujirat il 16 agosto del 1988, con l‘accusa di associazione con finalità di terrorismo anche internazionale o di eversione dell'ordine democratico.

Dalle indagini è emerso che i due progettavano un attacco terroristico alla base militare di Ghedi, nel Bresciano, ma anche alle forze dell’ordine o a danno di una ditta di ortofrutta nella quale il tunisino lavorava come addetto delle pulizie.

L’indagine era cominciata lo scorso aprile quando il tunisino, insieme al complice pakistano aveva creato su Twitter l’account Islamic_State_in_Rom in cui numerosi erano i messaggi a sostegno dello Stato Islamico. Su Twitter venivano pubblicate anche alcune immagini con messaggi di minacce scritti a penna in italiano, arabo e francese, su dei foglietti tenuti in mano e, sullo sfondo, alcuni luoghi simbolo come il Colosseo, il Duomo o la stazione di Milano.

Questi alcuni dei messaggi che si leggono: “Siamo nelle vostre strade. Siamo ovunque. Stiamo localizzando gli obiettivi, in attesa dell'ora X”, ma anche “O popolo di Roma, avete tre soluzioni, o accettare l'Islam o pagare Jezia o i nostri coltelli (Jihad), a voi la scelta!”. Secondo gli investigatori i due stavano progettando di andare ad addestrarsi in Siria, ma attualmente non erano legati ad alcun gruppo.






Questo è un articolo pubblicato il 22-07-2015 alle 15:40 sul giornale del 23 luglio 2015 - 1502 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, terrorismo internazionale, Sara Santini, articolo, stato islamico

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/amim