Boko Haram: altre 50 persone uccise in due attentati in Nigeria e Camerun

Nigeria 1' di lettura 23/07/2015 - Sono oltre 50 le persone rimaste uccise nella giornata di mercoledì in due attentati avvenuti in Nigeria e Camerun.

Uno degli attacchi è avvenuto a Gombe, nella Nigeria nordorientale: bombe sono esplose in due punti diversi della città, uccidendo più di 30 persone. Le autorità locali non sono ancora riuscite a stabilire come sia avvenuto l'attentato.

Dinamica chiara invece per l'altro attacco, che ha colpito Maroua, città nel nord del Camerun a circa 100 chilometri dal confine nigeriano. Due ragazze di 13-15 anni si sono fatte saltare in aria nella zona del mercato centrale della città, provocando 11 morti e 32 feriti.

I due attentati sono stati attribuiti al gruppo estremista Boko Haram, che da anni effettua attacchi terroristici in Nigeria, e negli ultimi mesi anche nei paesi confinanti. Lo scorso 12 luglio due donne si erano fatte saltare in aria a Fotokol, città camerunense a poche centinaia di metri dal confine con la Nigeria. Anche la città di Gombe era stata colpita la settimana scorsa da un altro attentato, che aveva provocato la morte di 49 persone.






Questo è un articolo pubblicato il 23-07-2015 alle 18:39 sul giornale del 24 luglio 2015 - 1338 letture

In questo articolo si parla di cronaca, nigeria, Camerun, marco vitaloni, attentato terroristico, boko haram, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ammq





logoEV