SEI IN > VIVERE ITALIA > CRONACA
articolo

Grecia: scontri migranti-polizia sull'isola di Kos

1' di lettura
1944

Violenti scontri si sono verificati martedì nell’isola greca di Kos, nell'Egeo orientale tra migranti e polizia. Nelle ultime settimane sono stati infatti migliaia i migranti sbarcati sull’isola.

La tensione è esplosa nel corso di una procedura di registrazione e consegna documenti che stava avvenendo all’interno dello stadio di Kos. Il caldo, l’attesa e la rabbia di non sapere quale sia il loro destino e la situazione è precipitata. Si sono verificati lanci di pietre da parte degli immigrati, in maggioranza siriani ed afghani, a cui la polizia ha reagito prima con spintoni e poi con i manganelli infine con gli estintori per disperdere la folla.

Il sindaco dell'omonimo capoluogo, Giorgos Kyritsis, ha chiesto assistenza immediata da parte del governo per affrontare la situazione. Sarebbero circa 7000 i migranti presenti sull’isola che conta 30.000 abitanti. Il timore di Kyritsis è che la situazione possa sfuggire di mano e degeneri. Il primo cittadino ha anche denunciato il fatto che - con circa 600-800 nuovi arrivi ogni giorno - per il personale disponibile sull'isola è praticamente impossibile effettuare nello stesso tempo l'identificazione dei migranti e la protezione delle frontiere marittime.



Questo è un articolo pubblicato il 11-08-2015 alle 18:31 sul giornale del 12 agosto 2015 - 1944 letture