SEI IN > VIVERE ITALIA > CRONACA
articolo

Barcone soccorso nel Canale di Sicilia, nella stiva i cadaveri di 50 migranti

1' di lettura
1999

I corpi senza vita di circa 50 persone sono stati ritrovati nella stiva di un barcone di migranti soccorso mercoledì da una nave svedese al largo delle coste della Libia.

Le cinquanta vittime, forse decedute a causa delle esalazioni del motore, si vanno ad aggiungere alle oltre 2.400 persone morte quest'anno nel Mar Mediterraneo, nel tentativo di arrivare in Europa.

A bordo dell'imbarcazione viaggiavano altri 439 migranti, tratti in salvo dalla Poseidon, unità svedese impegnata nelle operazioni di soccorso nel Canale di Sicilia nell'ambito dell'operazione Triton. Poco prima la Poseidon aveva effettuato un altro intervento, portando in salvo altri 130 migranti che si trovavano a bordo di un gommone.

Sono circa 1.900 le persone soccorse in una decina di operazioni nel Canale di Sicilia nella sola giornata di mercoledì.



Questo è un articolo pubblicato il 26-08-2015 alle 17:11 sul giornale del 27 agosto 2015 - 1999 letture