SEI IN > VIVERE ITALIA > CRONACA
articolo

Marò: autopsia li scagiona, proiettili non compatibili con fucili di Girone e Latorre

1' di lettura
2984

Marò

Importante svolta nel caso dei due marò italiani, accusati di aver ucciso due pescatori indiani.

Dai documenti dell’autopsia emerge che i proiettili che hanno colpito a morte i due uomini non sarebbero quelli in dotazione ai militari in servizio con la Nato e quindi dei due fucilieri di Marina, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone.

I documenti sono stati consegnati dall'India al Tribunale di Amburgo in occasione dell'arbitrato internazionale. Sembra infatti che il proiettile estratto da una delle due vittime sia lungo 31 millimetri, con una circonferenza di 20 millimetri alla base e di 24 nella parte più larga dunque molto più grande delle munizioni calibro 5 e 56 Nato in dotazione ai marò, lungo appena 23 millimetri.



Marò

Questo è un articolo pubblicato il 11-09-2015 alle 18:38 sul giornale del 12 settembre 2015 - 2984 letture