SEI IN > VIVERE ITALIA > CRONACA
articolo

Brindisi: centri massaggi a 'luci rosse', a capo un docente universitario

1' di lettura
2530

Un centro massaggi a 'luci rosse' è stato scoperto a Brindisi. L’associazione a delinquere composta da italiani e cinesi era dedita allo sfruttamento, induzione e favoreggiamento della prostituzione di giovani ragazze cinesi.

A capo dell'organizzazione un professore universitario dell’Ateneo di Salerno. L’uomo, Chu Wengchang, detto 'Vincenzo', 57 anni, residente a Lecce è professore di Matematica e Fisica. Dieci in totale le persone arrestate, otto sono finite in carcere e due ai domiciliari.

Indagate altre 15 persone accusate di aver costituito un’associazione per delinquere composta da almeno quattro articolazioni operative nelle città di Brindisi, Lecce, Gallipoli e Taranto, finalizzata al favoreggiamento, all' induzione e allo sfruttamento della prostituzione. Secondo le indagini, durate due anni, le giovani venivano costrette a prostituirsi con violenze e minacce. Il giro d'affari stimato dagli investigatori è di circa 150mila euro al mese.



Questo è un articolo pubblicato il 16-09-2015 alle 14:52 sul giornale del 17 settembre 2015 - 2530 letture