SEI IN > VIVERE ITALIA > POLITICA
articolo

Elezioni in Svizzera, vince la destra

1' di lettura
1547

L’Unione Democratica di Centro (Udc), partito conservatore di destra ed euroscettico, ha vinto le elezioni politiche di domenica in Svizzera, conquistando il 29,4% dei voti.

L'Udc ha ottenuto 65 seggi nel Consiglio nazionale, la camera bassa del parlamento svizzero, 11 in più rispetto alle elezioni del 2011. Sconfitto il partito socialista (Ps), secondo con il 18,8% dei voti e 43 seggi, due in meno rispetto alle precedenti elezioni. Terzo il Partito Liberale Radicale (Plr), che ha ottenuto il 16,4% e 33 seggi (+3). In calo tutte le altri formazioni, a partire dal Partito Popolare Democratico (Ppd), quarto con il 12,1% e dai verdi, 7,1%.

La maggioranza in parlamento passa quindi da una coalizione di centrosinistra (socialisti e verdi) a una di destra, composta da Udc e Plr, più i tre seggi ottenuti dalla Lega dei Ticinesi (1%) e dal Movimento dei Cittadini Ginevrini (0,3%). L'Udc ha vinto le elezioni con un campagna elettorale incentrata prevalentemente sul tema dell'immigrazione. Il partito era stato tra i principali promotori del referendum per la reintroduzione di un tetto all'ingresso degli immigrati nel paese.

I risultati delle elezioni non hanno effetti immediati sul governo, il Consiglio federale, che viene eletto dal parlamento ogni quattro anni. I sette membri del nuovo esecutivo verranno eletti il prossimo 9 dicembre. Il sistema elettorale svizzero è di tipo proporzionale, con 26 circoscrizioni, senza soglia di sbarramento.



Questo è un articolo pubblicato il 19-10-2015 alle 17:44 sul giornale del 20 ottobre 2015 - 1547 letture