Antiterrorismo: 4 fermati tra Italia e Kosovo

Polizia foto grande 1' di lettura 01/12/2015 - Un’operazione antiterrorismo ha visto la collaborazione della polizia di Brescia e quella del Kosovo.

Quattro sono le persone fermate. Si tratta di quattro kosovari, ritenuti responsabili dei reati di apologia del terrorismo e istigazione all'odio razziale. Imishiti Samet, considerato la mente del gruppo, è stato arrestato in Kosovo, mentre gli altri tre sono stati fermati in Italia dove vivono da tempo. Tra questi anche il fratello del capo Ismail Imishti, trovato a Chiari (Brescia) e per il quale il ministero dell'Interno ha firmato un provvedimento di espulsione.

Nelle perquisizioni in Kosovo sono state sequestrate due armi da fuoco, una pistola calibro 7 di fabbricazione slava e una carabina russa. I sospetti terroristi propagandavano le ideologie jihadiste via internet, in particolare su Facebook. "Ricordatevi che non ci sarà più un Papa dopo questo, questo è l'ultimo" questa una delle frasi sul web.






Questo è un articolo pubblicato il 01-12-2015 alle 16:03 sul giornale del 02 dicembre 2015 - 1524 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aq9j





logoEV