Germania: il governo approva la missione militare anti-Isis in Siria

1' di lettura 01/12/2015 - Anche la Germania aderirà alla coalizione internazionale che bombarda da mesi lo Stato Islamico in Siria e Iraq.

Il consiglio dei ministri guidato dalla cancelliera Angela Merkel ha approvato martedì la missione militare di sostegno alle forze della coalizione in Siria. Il piano prevede l'impiego in operazioni non di combattimento di 1.200 soldati, caccia Tornado, aerei cisterna e una nave da guerra che scorterà la portarei francese Charles De Gaulle. Manca ancora l'approvazione del Parlamento, ma il piano dovrebbe passare facilmente, considerando l'ampia maggioranza che sostiene il governo di coalizione della Merkel.

La missione durerà un anno, sarà rinnovabile, e avrà un costo stimato di 134 milioni di euro. La decisione della Germania, da sempre riluttante ad inviare i propri militari all'estero, è arrivata dopo gli attentati di venerdì 13 novembre a Parigi e la successiva richiesta di sostegno del presidente francese Francois Hollande. Il ministro della Difesa tedesco, Ursula von der Leyen, ha detto che non ci sarà cooperazione con Bashar al-Assad e le sue truppe: secondo la Germania il futuro della Siria dovrà essere senza il suo attuale presidente.






Questo è un articolo pubblicato il 01-12-2015 alle 15:12 sul giornale del 02 dicembre 2015 - 1482 letture

In questo articolo si parla di politica, angela merkel, germania, siria, marco vitaloni, bombardamenti, articolo, stato islamico

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aq82





logoEV