Usa: strage in un centro per disabili, 14 morti. I due killer uccisi dalla polizia

polizia usa 2' di lettura 03/12/2015 - Sono stati fermati e uccisi dalla polizia i due presunti autori della strage avvenuta mercoledì all'interno di un centro per disabili a San Bernardino, in California, negli Stati Uniti.

Syed Farook, 28 anni, e la sua compagna Tashfeen Malik, 27, sono stati bloccati dalla polizia dopo un inseguimento per le strade della città, 100 km a est di Los Angeles. I due sono stati colpiti e uccisi dagli agenti mentre si trovavano ancora a bordo del suv nero usato per la fuga.

Alcune ore prima, attorno alle 11 del mattino (le 20 in Italia), i due, armati con fucili d'assalto e pistole, erano entrati in un centro per i servizi sociali, l'Inland Regional Center, sparando all'impazzata su dipendenti e ospiti. Quattordici le persone uccise, altre 17 ferite. I due si erano poi dati alla fuga sul suv con il quale erano arrivati.

Ancora non sono noti i motivi che hanno spinto i due a compiere l'ennesima strage con armi da fuoco negli Stati Uniti. Farook, nato negli Usa da genitori pakistani, lavorava da cinque anni com ispettore sanitario per la Contea di San Bernardino. Non è mai stato oggetto di indagine per terrorismo da parte dell'Fbi. Secondo quanto riferito dalla polizia, l'uomo aveva partecipato alla festa organizzata al centro per i dipendenti della Contea, ed aveva lasciato l'edificio dopo una lite con alcuni colleghi. E' poi ritornato più tardi con la moglie, pesantemente armati. Il Los Angeles Times ha riferito che il giovane era stato in Arabia Saudita per incontrare la sua futura compagna, dopo averla conosciuta online.

La sparatoria di San Bernardino è la peggiore negli Stati Uniti dopo il massacro di tre anni fa alla scuola elementare Sandy Hook di Newtown, in Connecticut, dove vennero uccise 28 persone, tra cui molti bambini. La scorsa settimana un fanatico anti-abortista aveva attaccato la clinica Planned Parenthood a Colorado Springs, in Colorado, uccidendo tre persone e ferendone nove. Ad ottobre nove persone erano state uccise nella sparatoria al Community College di Umpqua a Roseburg, in Oregon. Secondo il sito shootingtracker.com dall'inizio dell'anno ci sono state negli Stati Uniti 342 sparatorie di massa, che hanno causato la morte di 447 persone e il ferimento di 1.292.






Questo è un articolo pubblicato il 03-12-2015 alle 16:00 sul giornale del 04 dicembre 2015 - 1708 letture

In questo articolo si parla di cronaca, marco vitaloni, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/arfW





logoEV