Omicidio Chiara Poggi: la Cassazione conferma la condanna a 16 anni per Stasi

alberto stasi 1' di lettura 12/12/2015 - Alberto Stasi è stato condannato in via definitiva a 16 anni di reclusione per l'omicidio della fidanzata Chiara Poggi, avvenuto a Garlasco (Pavia) il 13 agosto del 2007.

I giudici della Suprema corte erano stati chiamati a valutare i ricorsi presentati dall'imputato e dalla Procura generale di Milano contro la sentenza emessa dalla Corte d'appello il 17 dicembre 2014. Stasi era stato assolto sia in primo sia in secondo grado.

Nell'aprile 2013 la Cassazione aveva annullato la sentenza e disposto un nuovo processo d'appello, che si era concluso lo scorso anno con la condanna a 16 anni per omicidio volontario. La Cassazione ha ora confermato quella sentenza, rigettando i ricorsi. Nell'ultima udienza il procuratore generale, Oscar Cedrangolo, aveva chiesto di annullare la condanna e di celebrare un nuovo, ulteriore, processo.






Questo è un articolo pubblicato il 12-12-2015 alle 13:54 sul giornale del 14 dicembre 2015 - 1382 letture

In questo articolo si parla di cronaca, omicidio, garlasco, chiara poggi, alberto stasi, marco vitaloni, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aryw





logoEV