SEI IN > VIVERE ITALIA > CRONACA
articolo

Messico: sindaco Gisela Mota uccisa a poche ore dall'insediamento, aveva dichiarato guerra al nacotraffico

1' di lettura
3124

È stata uccisa a poche ore dal su insediamento come sindaco del comune di Temixco, nello stato di Morelos, a 85 chilometri a sud di Città del Messico.

Si tratta di Gisela Mota, 33 anni. Ex parlamentare, si era candidata a sindaco con una lista di centro-sinistra (Partito della Rivoluzione Democratica, Prd). Nel corso della campagna elettorale aveva giurato guerra ai narcotrafficanti.

La donna aveva prestato giuramento da poche ore quando quattro uomini hanno fatto irruzione nel suo appartamento e l’hanno uccisa. ne è nato un conflitto a fuoco con la scorta della Mota che ha ucciso due dei killer, e arrestato gli altri due. La città che si apprestava a guidare, con i suoi 90mila abitanti, è afflitta da gravi problemi di crimine organizzato e narcotraffico.



Questo è un articolo pubblicato il 03-01-2016 alle 17:54 sul giornale del 04 gennaio 2016 - 3124 letture