SEI IN > VIVERE ITALIA > CRONACA
articolo

Iraq: distrutto dall'Isis il monastero di Sant'Elia

1' di lettura
2650

E' stato raso al suolo dall'Isis il monastero di Sant'Elia di Mosul, in Iraq, il più antico del paese.

Lo ha rivelato l’agenzia Associated Press, sulla base di alcune fotografie satellitari commissionate ad una società privata. Il complesso è stato distrutto, con l'uso di bulldozer e forse di esplosivi, presumibilmente tra l'agosto e il settembre 2014, quando la città di Mosul venne conquistata dallo Stato Islamico.

Il monastero, situato su una collina vicino alla città, era dedicato a Sant'Elia, il monaco assiro che lo costruì fra il 582 e il 590 dopo Cristo. Era stato in parte vandalizzato, con scritte sui muri e incisioni, dall'esercito statunitense, che lo utilizzò come base a partire dal 2003.

Il monumento cristiano è l'ultimo di una lunga lista di siti di interesse storico (oltre cento) distrutti dall'Isis in Siria e in Iraq, come i resti della città di Palmira o il Mausoleo di San Giorgio, sempre a Mosul.



Questo è un articolo pubblicato il 20-01-2016 alle 20:09 sul giornale del 21 gennaio 2016 - 2650 letture