SEI IN > VIVERE ITALIA > SPORT
articolo

Ciclismo: investito da una moto durante una corsa, morto il belga Demoitiè

1' di lettura
4955

antoine demoitiè
E' morto Antoine Demoitié, il corridore belga travolto da una moto dopo essere caduto durante la gara ciclistica Gand-Wevelgem.

Ricoverato nel reparto di terapia intensiva dell'ospedale di Lille, l'atleta, 25 annni, è deceduto nella notte tra domenica e lunedì per le gravi ferite riportate. Demoitiè era caduto insieme ad altri quattro corridori durante la prima delle grandi classiche del ciclismo belga, ed era poi stato investito da una delle tante moto al seguito della gara. L'incidente è avvenuto a Sainte-Marie-Cappel, nel breve passaggio della gara in territorio francese. Portato inizialmente all'ospedale di Ypres, il ciclista è poi stato trasferito all'ospedale di Lille.

La morte di Antoine Demoitié ha suscitato dolore, sgomento e rabbia nel mondo del ciclismo. Il tragico incidente alla Gand-Wevelgen è solo l'ultimo di una lunga serie di episodi analoghi, spesso per fortuna con epiloghi meno gravi. L'ultimo in ordine di tempo è avvenuto lo scorso febbraio sempre in Belgio, durante la Kuurne-Bruxelles-Kuurne: un altro ciclista belga, Stick Broeckx, era stato colpito e sbattuto a terra da una moto, riportando diverse fratture.

Anche Peter Sagan, il vincitore della gara di domenica, era stato protagonista di un incidente del genere: lo scorso anno era stato agganciato da un'auto durante la Vuelta di Spagna. Da anni i corridori denunciano la presenza di troppi veicoli dell'organizzazione e dei team durante le corse, diventati dei pericoli costanti per i ciclisti.



antoine demoitiè

Questo è un articolo pubblicato il 28-03-2016 alle 16:49 sul giornale del 29 marzo 2016 - 4955 letture