SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
articolo

Consumi truccati, la Mitsubishi ammette di aver falsificato i dati

1' di lettura
1771

Mitsubishi

La casa automobilistica giapponese Mitsubishi Motors ha ammesso di aver falsificato i dati sui consumi di oltre 600mila automobili.

Lo ha annunciato in una conferenza stampa mercoledì mattina il presidente della società Tetsuro Aikawa. Le manipolazioni sono state effettuate per far apparire le auto più efficienti dal punto di vista dei consumi. Aikawa ha detto che la società ha sospeso la produzione e la vendita dei modelli interessati, e che è in corso un'indagine interna per identificare i responsabili delle falsificazioni.

I dati manipolati riguardano 157mila auto prodotte con il marchio Mitsubishi e 468mila prodotte con il marchio Nissan, tutte vendute in Giappone. Si tratta di quattro modelli di minicar: Mitsubishi eK Wagon ed eK Space, e le Nissan Dayz e Dayz Roox. Aikawa ha comunque annunciato che verranno avviate ulteriori indagini sulle auto prodotte per il mercato estero. Dopo l'annuncio, il titolo della compagnia alla borsa di Tokyo ha perso il 15% del proprio valore.

Si tratta del secondo scandalo che colpisce in pochi mesi l'industria dell'automobile: lo scorso settembre la Volkswagen aveva ammesso, in seguito ad un'indagine dell'agenzia federale per la protezione ambientale Usa, di aver falsificato i dati delle emissioni di alcuni motori diesel.



Mitsubishi

Questo è un articolo pubblicato il 20-04-2016 alle 15:23 sul giornale del 21 aprile 2016 - 1771 letture