SEI IN > VIVERE ITALIA > CRONACA
articolo

Terrorismo islamico: 6 arresti in Italia, pronti a colpire Roma e Vaticano

1' di lettura
1563

Sei persone sono state arrestate in un'operazione antiterrorismo di Ros e Digos in diverse province della Lombardia e del Piemonte. Le accuse sono di partecipazione ad associazione con finalità di terrorismo internazionale.

L’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di sei estremisti islamici riguarda anche due latitanti. Tra le persone coinvolte una coppia residente nella provincia di Lecco intenzionata a raggiungere la Siria portando con sé i figli di 2 e 4 anni. I bimbi, dopo l'arresto dei genitori, sono stati affidati ai nonni paterni di origine marocchina con la cittadinanza italiana.

Arrestato anche un marocchino di 23 anni, Abderrahmane Khachia, residente in provincia di Varese. Il giovane è il fratello di un foreign fighter espulso dall'Italia nel gennaio 2015 per alcuni post su Facebook inneggianti all’Isis.

Tentava di unirsi al Califfato anche un pugile di kickboxing di alto livello sia in Italia che all'estero. Si tratta di Abderrahim Moutaharrik. L’uomo che risulta residente a Lecco, voleva arruolarsi insieme a sua moglie, la 26enne, Salma Bencharki, anche lei nata in Marocco. Tra gli obiettivi l’ambasciata di Israele a Roma e il Vaticano per il Giubileo.



Questo è un articolo pubblicato il 28-04-2016 alle 16:10 sul giornale del 29 aprile 2016 - 1563 letture