Evasione fiscale, Renato Soru condannato a 3 anni

1' di lettura 05/05/2016 - Renato Soru, europarlamentare del Pd ed ex presidente della Regione Sardegna, è stato condannato dal Tribunale di Cagliari a 3 anni di reclusione per un'evasione fiscale di 2,6 milioni di euro.

Soru è accusato di non aver pagato le tasse su un prestito da 27 milioni di euro fatto nel 2004 dalla Andalas, società londinese a lui riconducibile, a Tiscali, la società da lui fondata. All'epoca dei fatti contestati Soru era Presidente della Regione Sardegna. Il pm Andrea Massidda aveva chiesto una condanna a quattro anni.

Dopo la condanna, Soru ha spiegato che si aspettava di venire assolto ed ha annunciato le dimissioni da segretario regionale del Partito Democratico. "Sono chiamato in causa per un'operazione che solo per motivi formali da perdita, quale è stata, figura come un utile che però non ho realizzato", aveva spiegato il patron di Tiscali. "Non sapevo e non pensavo che quella operazione potesse essere rilevante. Ho fatto le cose senza cercare vantaggi fiscali, dimostrando di non mettere il denaro al primo posto. Ma questa vicenda si è trasformata in un incubo".






Questo è un articolo pubblicato il 05-05-2016 alle 15:12 sul giornale del 06 maggio 2016 - 3605 letture

In questo articolo si parla di cronaca, partito democratico, sardegna, evasione fiscale, tiscali, renato soru, marco vitaloni, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/awAX





logoEV