Turchia: si dimette il premier Davutoglu

1' di lettura 05/05/2016 - Il primo ministro turco Ahmet Davutoglu ha annunciato le sue dimissioni dopo il colloquio di mercoledì con il presidente Recep Tayyip Erdogan che ha sancito la rottura definitiva tra i due.

Il suo successore verrà eletto in occasione del congresso straordinario del partito di governo Akp che si terrà il prossimo 22 maggio. "Tornerò alla vita accademica. Dopo consultazioni con il nostro presidente e con le persone di cui mi fido, sono arrivato alla conclusione che un cambiamento nella posizione di leader del partito e di primo ministro è la cosa migliore", ha dichiarato Davutolgu.

Il premier ha anche annunciato che non si ricandiderà alla guida del partito. Davutoglu ha spiegato che la sua decisione "non è stata una scelta, ma una necessità", ed ha aggiunto che uno dei motivi che lo hanno spinto alle dimissioni è stata la recente decisione della direzione del partito di revocargli la facoltà di nominare i responsabili locali del partito.

Ahmet Davutoglu era diventato leader dell'Akp e primo ministro nell'agosto 2014, quando l'allora premier Erdogan venne eletto presidente. Da allora le divergenze di vedute tra i due si sono via via accentuate, sopratutto negli ultimi mesi. Davutoglu era contrario al progetto di Erdogan di riformare la costituzione in senso presidenziale per ottenere maggiori poteri. A questo tema si sono aggiunti negli ultimi tempi altri motivi di divisione, come le trattative sui migranti con l'Unione Europea volute dal premier, e la sua opposizione agli arresti e ai processi contro accademici e giornalisti.






Questo è un articolo pubblicato il 05-05-2016 alle 16:00 sul giornale del 06 maggio 2016 - 5625 letture

In questo articolo si parla di politica, turchia, dimissioni, marco vitaloni, recep tayyp erdogan, articolo, ahmet davutoglu

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/awA0





logoEV