SEI IN > VIVERE ITALIA > CRONACA
articolo

Migranti, almeno 700 morti nel Mediterraneo negli ultimi giorni

1' di lettura
2192

Secondo l'Unhcr, l'Alto Commissariato Onu per i rifugiati, sarebbero almeno 700 le persone morte negli ultimi giorni nel Canale di Sicilia.

L'ong Save the Children ha riferito che numerosi migranti sbarcati sabato a Pozzallo, in Sicilia, hanno parlato dell'ennesimo (il quarto) naufragio avvenuto negli ultimi giorni al largo della Libia. I superstiti hanno raccontato agli agenti della squadra mobile di Ragusa di essere partiti, assieme ad altre mille persone, mercoledì notte da Sabratha, in Libia, a bordo di due barconi e un piccolo gommone.

Una delle due imbarcazioni, su cui viaggiavano 400 migranti, era senza motore e veniva trainata dall'altra. Quando il barcone ha iniziato a imbarcare acqua, lo scafista che comandava l'altro ha ordinato di tagliare la fune che li collegava, facendo annegare le centinaia di persone a bordo.

Venerdì pomeriggio era affondato un altro barcone di migranti a circa 60 chilometri dalle coste libiche: la Marina militare italiana ha tratto in salvo 135 persone e recuperato i corpi di 45 vittime. Si tratta del terzo naufragio accertato dopo quelli di mercoledì e giovedì. Sono stati recuperati in tutto 65 corpi, a cui vanno aggiunte alcune centinaia di dispersi, almeno 700 secondo le stime dell'Unhcr.



Questo è un articolo pubblicato il 29-05-2016 alle 17:30 sul giornale del 30 maggio 2016 - 2192 letture