Migranti: naufragio al largo di Creta, centinaia di persone soccorse

barcone 1' di lettura 03/06/2016 - Un barcone con centinaia di migranti a bordo è affondato venerdì mattina al largo dell'isola di Creta, in Grecia.

La guardia costiera greca ha salvato 350 persone e recuperato quattro cadaveri. Decine, forse centinaia, i dispersi. Il numero di migranti a bordo dell'imbarcazione non è noto, ma secondo stime delle autorità greche e dell'Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (Oim) ci sarebbero state tra le 500 e le 700 persone. Alle operazioni di soccorso hanno preso parte, oltre alle unità greche, alcune navi commerciali presenti in zona e la marina egiziana. Il barcone, diretto probabilmente in Italia, è naufragato in acque internazionali, a circa 75 miglia a sud di Creta.

Intanto in Libia, secondo quanto riferito dalla Mezzaluna Rossa locale, sono stati ritrovati sulla spiaggia di Zuara i cadaveri di 117 migranti. Non è chiaro se si tratti delle vittime dei naufragi della scorsa settimana o di un altro incidente di cui non si ha avuto notizia.

Secondo le stime dell'Oim nell'ultima settimana sarebbero morte nel Mediterraneo almeno mille persone. Il numero di morti in mare stimate dall'inizio dell'anno ad oggi sono 2.443, circa il 30% in più rispetto allo stesso periodo del 2015.






Questo è un articolo pubblicato il 03-06-2016 alle 15:46 sul giornale del 04 giugno 2016 - 2183 letture

In questo articolo si parla di cronaca, migranti, grecia, naufragio, marco vitaloni, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/axIg





logoEV