Turchia: autobomba esplode a Istanbul e provoca 12 morti, Erdogan accusa il Pkk

Recep Tayyp Erdogan 1' di lettura 07/06/2016 - Una bomba è esplosa martedì mattina nel quartiere Beyazit, al centro di Istanbul, provocando 12 morti.

Almeno 42 i feriti di cui 3 molto gravi. L’autobomba sarebbe esplosa al passaggio di un autobus della polizia, le vittime sono infatti 7 agenti e 5 civili. Secondo alcune fonti dopo l’esplosione si sarebbero uditi anche alcuni spari. Sono 4 le persone fermate secondo la tv di Stato, che sono state interrogate in quanto sospettate di aver noleggiato l’auto usata per l’attentato.

Il presidente turco Erdogan, si è recato in visita ai feriti, all'ospedale Haseki, ed ha attribuito la responsabilità dell'attentato ai curdi del Pkk. "Non è cosa nuova che l'organizzazione terroristica compia attentati nelle città". Al momento non è però giunta alcuna rivendicazione.






Questo è un articolo pubblicato il 07-06-2016 alle 18:14 sul giornale del 08 giugno 2016 - 1708 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, turchia, recep tayyp erdogan, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/axQU





logoEV