Vince la Brexit: Gran Bretagna fuori dall'Ue. Si dimette il premier Cameron

David Cameron 1' di lettura 24/06/2016 - La Gran Bretagna esce dell’Unione europea. È questa la decisione presa dagli elettori britannici che per il 51,9% hanno votato “Leave” mentre il 'Remain' ha ottenuto il 48,1% delle preferenze.

Per la Brexit hanno votato 17.410.742 elettori mentre per restare nell'Ue i voti sono stati 16.141.241. L'affluenza al referendum si è attestata al 72,2%. Come pronosticato alla vigilia del voto, il no all’Europa ha portato diverse conseguenze.

I mercati di tutto il mondo hanno subito un crollo con la sterlina ai minimi dall'1985 sul dollaro. I mercati asiatici hanno chiuso in rosso con -7,92%, mentre le borse di tutta Europa hanno aperto con il segno meno: -7,93% a Francoforte, -12% a Madrid, -9,90% a Parigi, -18% ad Atene e -6,70% a Londra.

Il premier David Cameron, sostenitore della permanenza in Europa, ha dato le sue dimissioni parlando a Downing Street. “Mi dimetto, il Paese ha bisogno di una nuova leadership”, ha dichiarato, "Ci dovrà essere un nuovo primo ministro eletto a ottobre", aggiungendo che il nuovo primo ministro "dovrà guidare i negoziati con l'Ue". Festeggia al contrario il leader degli euroscettici dell’Ukip, Nigel Farage: “Il 23 giugno passerà alla storia come Independence Day”, ha affermato, "Questa è la vittoria che significa un nuovo giorno dell'indipendenza per il nostro Paese. E' l'alba di un Regno Unito indipendente".






Questo è un articolo pubblicato il 24-06-2016 alle 09:47 sul giornale del 25 giugno 2016 - 2240 letture

In questo articolo si parla di politica, redazione, unione europea, gran bretagna, David Cameron, Sara Santini, articolo, brexit

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ayt9





logoEV